Cassius
Community

Esercizio | pag. 107 n. 13 →

Grammatica Picta 2

Pagina numero: 107

Esercizio numero: 13

1. Se interrompi, io tacerò.
2. Se qualcuno crede che donare sia una cosa semplice, sbaglia.
3. Il tuo trisavolo perdonò gli sconfitti: infatti, se non avesse perdonato, su chi avrebbe regnato?
4. La città sarebbe stata assediata, se il console Orazio non fosse stato richiamato tra i Volsci.
5. Se desideriamo essere equi giudici di tutte le cose, innanzitutto persuadiamoci di questo, che nessuno di noi è senza colpa.
6. Nessuno comprende, se non ha ricevuto l’intelletto dal Signore.
7. Sono solito lodare le orazioni di Tucidide; ma non potrei imitarle, se volessi; né, forse, vorrei (imitarle), se potessi.
8. Ma quello, se avesse vinto, non avrebbe forse fatto la medesima cosa? Di certo non sarebbe stato tanto saggio.
9. Forse che Ligario, se avesse potuto evadere in qualche modo da quel luogo, ad Utica come a Roma, avrebbe preferito stare insieme ad estranei piuttosto che insieme ai suoi?
10. Noi siamo stati volgo senza favore, senza autorità, sottomessi a coloro per i quali, se lo Stato avesse vigore, saremmo (motivo) di timore.

Pag. 107 n. 13

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Grammatica Picta 2