Cassius
Community

Esercizio | pag. 114 n. 7 →

Mirum Iter 2

Pagina numero: 114

Esercizio numero: 7

1. Oreste, qualora venga accusato di matricidio, direbbe questo: “Lo feci a ragione! Ella, infatti, aveva ucciso mio padre”.
2. Qualora al popolo vengano concesse libere elezioni, chi sarebbe tanto sciocco da esitare ad anteporre Seneca a Nerone?
3. Se qualcuno desse alle formiche l’intelletto dell’uomo, non dividerebbero forse anche quelle un unico cortile in molte province?
4. Sbaglierei contro l’interesse collettivo nel caso in cui io, con un lungo discorso, ritardassi i tuoi affari, o Cesare.
5. Qualora un patrizio abbia sposato una moglie plebea, o qualora un plebeo abbia sposato una moglie patrizia, la nostra legge non risulterebbe cambiata.
6. Qualora tu abbia sottratto qualcosa dal vantaggio di un uomo per il tuo profitto, avresti compiuto un’azione incivile e contro la legge di natura.
7. In nessun modo possiamo difendere l’amicizia, se non amiamo allo stesso modo gli amici e noi stessi.
8. Qualora tu abbia saputo che un serpente si nasconde da qualche parte, e che un uomo sprovveduto desidera sedersi su di esso, avresti agito in maniera disonesta se non avessi avvertito di non sedersi.

Pag. 114 n. 7

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Mirum Iter 2