Cassius
Community

Esercizio | pag. 165 n. 3 →

Mirum Iter 2

Pagina numero: 165

Esercizio numero: 3

1. Non vereor ne. Non temo che la sobrietà della mia vita avrà poca efficacia contro le chiacchiere bugiarde.
2. Timeo ne. Temo che tutte le mie vecchie malefatte siano state scoperte.
3. Vereor ne non. Ma basta con le lettere; infatti non temo di non soddisfarti con lo scriverti.
4. Acciperet. Gli stessi cittadini temevano che la plebe Romana, spinta dalla paura, una volta riammessi in città i re, accettasse la pace anche insieme alla schiavitù.
5. Derideant. Non temo che i filosofi deridano questo mio errore.
6. Conficeretur. Metello, quando si accorse che i Numidi si erano placati, temendo che l’esercito fosse annientato dalla sete, inviò in ricognizione al fiume il luogotenente Rutilio insieme a delle coorti armate alla leggera.

Pag. 165 n. 3

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Mirum Iter 2