Cassius
Community

Versione | pag. 102 n. 4 → La guerra contro Giugurta

Verba Manent 2

Pagina numero: 102

Versione numero: 4

La guerra contro Giugurta

Dopo che fu stata dichiarata la guerra contro Giugurta, il re dei Numidi, il console Calpurnio Bestia venne inviato in Africa con l’esercito dal Senato, ma, poiché era stato corrotto per mezzo del denaro del re, egli (→ il console Calpurnio) stipulò con i nemici una pace infamante. Dopo che Calpurnio fu stato richiamato a Roma, il comando della guerra venne affidato a Sp. Postumio Albino, il quale combatté contro i Numidi con disonore. A quel punto, fu inviato in Africa il console Q. Cecilio Metello, uomo serio e irreprensibile. Metello, una volta riportato con grande severità l’esercito all’antica disciplina militare, sconfisse Giugurta in diverse battaglie, uccise o catturò gli elefanti di lui, assoggettò numerose città dei Numidi. A Metello, il quale, per via di questa vittoria fu soprannominato “il Numidico”, fece seguito Caio Mario, un generale valoroso ed esperto di arte bellica. Mario sconfisse in combattimento Giugurta e il suo alleato Bocco, re della Mauritania, e portò a termine la guerra. A Roma, Giugurta, legato con delle catene, fu condotto davanti al carro di Mario che celebrava il trionfo; poco dopo, per ordine del console, egli (→ Giugurta) venne strangolato in carcere.

Pag. 102 n. 4

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Verba Manent 2