Cassius
Community

Esercizio | pag. 132 n. 7 →

Mirum Iter 2

Pagina numero: 132

Esercizio numero: 7

1. Era imminente il momento di partire per la guerra.
2. T. Giunio fu incline e disinvolto ai fini del parlare.
3. Rivolgiamo tutto l’impegno e l’attenzione a questo lavoro di scrivere.
4. Ti abbiamo scritto spesso molte cose al fine di spronarti.
5. Ma Caninio, poiché capiva che non c’era alcun pericolo nel fare un tentativo, mandò (presente storico) in avanscoperta all’accampamento dei nemici tutta la cavalleria e i fanti dei Germani, uomini di straordinaria velocità.
6. Io indico agli altri la retta via, che io conobbi in ritardo e stanco, col girare a vuoto.
7. L. Cornelio Maluginense, con il fingere preoccupazione per la guerra, proteggeva il fratello e i colleghi di lui.
8. Molti, invece, che erano avanzati dall’accampamento allo scopo di guardare e depredare, mentre rivoltavano i cadaveri dei nemici, alcuni ritrovavano un amico, ed altri un ospite, o un parente.
9. Induziomaro si aggirava ogni giorno dalle parti dell’accampamento di Labieno, un po’ per studiare l’ubicazione dell’accampamento, un po’ per conversare o per infondere spavento.
10. È sciocca, o Lucilio mio, e per niente adatta ad un uomo di cultura, l’occupazione di allenare i muscoli e di ingrossare il collo e irrobustire i fianchi.

Pag. 132 n. 7

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Mirum Iter 2