Cassius
Community

Versione | pag. 102 n. 3 → L’attore Polo

Verba Manent 2

Pagina numero: 102

Versione numero: 3

L’attore Polo

In terra Greca vi fu un attore, illustre poiché spiccava su tutti gli altri sia in fatto di mimica e chiarezza della voce, sia in fatto di avvenenza: aveva nome Polo, ed egli recitò spesso tragedie di celebri poeti. Polo, a causa della morte, perse l’unico figlio. Dopo che lo aveva pianto a sufficienza, (→ l’attore Polo) tornò alla professione dell’arte. In quel periodo, poiché era in procinto di interpretare l’Elettra di Sofocle ad Atene, doveva maneggiare un’urna con le ossa di Oreste; infatti, proprio come narra la tragedia, Elettra, mentre compiange la morte del fratello, porta un’urna, la quale contiene i resti di lui. Dunque Polo, dal momento che portava l’urna del figlio, recitò sempre tutte le scene non fingendo né per mezzo di simulazioni, ma con dolore e con reali ed affannosi lamenti.

Versione tratta da: Gellio
Pag. 102 n. 3

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Verba Manent 2