Cassius
Community

Esercizio | pag. 64 n. 13 b →

Verba Manent 2

Pagina numero: 64

Esercizio numero: 13 b

1. Poiché il fuoco si diffondeva a causa della forza del vento, i soldati che erano stati lasciati a difesa delle navi si imbarcarono.
2. Il 30 aprile (lett.: “il giorno precedente le Calende di Maggio”) a me, che avevo cenato e che già dormicchiavo, è stata consegnata quella lettera nella quale tu scrivi in merito al territorio Campano.
3. Alcibiade, dal momento che teme l’impeto della folla, parte in esilio volontario.
4. Porgi la mano al naufrago, indica la strada al vagabondo!
5. Quelli, avendo fiducia in sé stessi, osarono uscire dal porto.
6. Gli abitanti di Crotone, pensando ciò, congedarono le truppe ausiliarie, e, tratti in inganno, vennero catturati dai combattenti.
7. Cesare, dopo essersi trattenuto parecchi giorni ad Avarico e dopo aver trovato abbondanza di grano in quel luogo, ritemprò l’esercito dalla fatica e dalla fame.
8. Allora Turno e i Rotuli, poiché disperano delle circostanze, ricorrono alle prospere risorse degli Etruschi e di Mezenzio, il re di quelli.
9. Antioco, dopo aver depredato le campagne, stette lontano dalla città.
10. Quel giorno ho cenato presso Crassipede: una volta cenato, sono stato condotto presso Pomponio in lettiga.
11. I nostri, non osando scontrarsi, si rifugiarono in maniera vergognosa nell’accampamento.
12. Curione, poiché ritiene che i nemici fuggono, riporta le truppe dai luoghi posti più in alto nel campo.
13. I Galli, dopo che ebbero tentato ogni cosa, dal momento che nessun tentativo aveva avuto successo, il giorno seguente decretarono di fuggire dalla città.
14. M. Attilio Regolo, dopo che in Africa, in qualità di console per la seconda volta, fu stato catturato per mezzo di un’imboscata, fu mandato al Senato dopo aver giurato.

Pag. 64 n. 13 b

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Verba Manent 2