Cassius
Community

Versione | pag. 66 n. 2 → Dolore e sgomento per la morte di Alessandro

Verba Manent 2

Pagina numero: 66

Versione numero: 2

Dolore e sgomento per la morte di Alessandro

Dopo che a Babilonia fu stata annunciata la morte del re Alessandro, accadde che, a Babilonia, tanto i Macedoni quanto i Persiani ammutolissero dal dolore. Nel silenzio della notte, i soldati con le armi vigilavano, muti, davanti alla reggia; i Babilonesi, alquanto agitati, scrutavano dalle mura o dalla sommità delle proprie case e non accendevano le fiaccole, e, siccome a causa della notte veniva meno la possibilità di servirsi degli occhi, essi (→ i Babilonesi) cercavano di cogliere fremiti e voci per mezzo delle orecchie. Tutti, terrorizzati dalla paura, procedevano inquieti per le strade buie. Le Persiane si erano rasate i capelli, e, in abito da lutto, insieme ai mariti e ai figli compiangevano Alessandro, non come vincitore del loro popolo e come nemico, ma come re equo e benevolo. La notizia riguardo alla morte di Alessandro si sparse per tutta la città e per tutte le regioni (regiones) più vicine in maniera tanto rapida, che in breve tempo arrivò anche alla madre di Dario, prigioniera dei Macedoni. La donna mise l’abito da lutto, e, dopo aver strappato i (propri) capelli, si gettò al suolo. La recente sofferenza aveva fatto tornare anche il ricordo di quelle passate, e aveva suscitato il timore di quelli a venire. Per alcuni giorni si astenne dal cibo, e alla fine morì di fame.

Versione tratta da: Curzio Rufo
Pag. 66 n. 2

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Verba Manent 2