Cassius
Community

Versione | pag. 101 n. 2 → Morigeratezza di Agesilao

Verba Manent 2

Pagina numero: 101

Versione numero: 2

Morigeratezza di Agesilao

Presso i Greci e i Romani gli uomini irreprensibili e morigerati furono sempre in grande considerazione. Per questo Agesilao, il re degli Spartani, venne colmato di lodi non solo da tutti gli altri storici, ma anche dall’Ateniese Senofonte, l’allievo di Socrate, sia per via dell’eccezionale valore in guerra, sia per via della serietà e della parsimonia. Un severo stile di vita e le continue esercitazioni del fisico conservarono Agesilao prestante anche nella vecchiaia. Da anziano, infatti, egli passeggiava durante l’aspro inverno senza la tunica, riparato dal solo mantello, rimproverando energicamente ai fanciulli la fiacchezza. La casa di lui non possedeva alcun segno dell’amore per il lusso, al contrario, (possedeva) molti segni di morigeratezza. La padronanza della strategie di guerra di Agesilao eguagliò il (suo) valore militare, degno di ogni lode. Dal momento che era stato d’aiuto a molte città contro il re dei Persiani, egli (→ Agesilao) ricevette in dono una notevole somma di denaro. Ricevuto il denaro, risollevò la (propria) patria, che vacillava in particolar modo per la carenza di disponibilità di denaro.

Pag. 101 n. 2

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Verba Manent 2