Cassius
Community

Grammatica Picta 1 - pag. 243 n. 15 → La filosofia sconfigge la tirannide

Grammatica Picta 1

Pagina numero: 243

Versione numero: 15

La filosofia sconfigge la tirannide

Zenone di Elea, illustre filosofo, ed accorto indagatore della Natura, stimolava sempre gli animi dei giovani ed offriva a tutti uno straordinario esempio di virtù. Un giorno, egli andò via dalla patria, dove vigeva una tranquilla libertà, e si recò ad Agrigento, una città oppressa da una compassionevole schiavitù: infatti egli desiderava mitigare, per mezzo del proprio pensiero e dei propri costumi, la spietatezza di Falaride, il tiranno della città. Ma, nel giro di breve tempo, perse la speranza: e così, infiammando con i propri discorsi i maggiorenti Agrigentini, li incita ad una congiura contro il tiranno. Quando, però, la rivelazione dei fatti arriva al tiranno, Falaride convoca il popolo in piazza e comincia a seviziare Zenone con un vario genere di tortura, desiderando conoscere i capi della rivolta. Zenone, però, non solamente nascose i nomi dei propri amici, ma per giunta rimproverò agli Agrigentini l’inerzia e la pavidità. Non molto dopo, gli Agrigentini scatenarono una rivolta ed abbatterono Falaride a colpi di pietre (lett.: “con le pietre”).

Versione tratta da: Valerio Massimo

Pag. 243 n. 15

→ Zenon Eleatis, clarus philosophus et rerum naturae prudens speculator, iuvenum …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Grammatica Picta 1