Cassius
Community

Versione | pag. 353 n. 6 → La volpe e il corvo

Codex 1

Pagina numero: 353

Versione numero: 6

La volpe e il corvo

La volpe è il più furbo tra tutti gli animali, così come viene sostenuto da una conosciutissima favola di Fedro. Un corvo aveva sottratto molto velocemente un pezzo di formaggio da una finestra; ora l’uccello se ne stava sull’alto di un albero e teneva il pezzo di formaggio nella bocca, in maniera molto ingorda. Una volpe, quando vide il corvo, desiderò mangiare il pezzo di formaggio. A quel punto si avvicinò in maniera piuttosto cauta all’albero, e disse: O amico corvo, tu sei davvero un uccello fortunatissimo. Sei bellissimo: il nero fulgore delle tue penne è più sontuoso dello splendore delle gemme. Gli elogi della volpe vennero ascoltati con gioia enorme dal corvo. A quel punto la volpe, con simulato rammarico, esclamò: Unicamente la tua voce è inferiore alla voce di tutti gli altri uccelli! Poiché il corvo, molto sciocco, desiderò mostrare la propria voce, aprì la bocca, e lasciò andare il pezzo di formaggio dalla bocca; il pezzo di formaggio venne afferrato con i denti avidi dalla volpe fraudolenta; subito dopo lo sciaguratissimo animale fuggì. A quel punto, alla fine, il corvo comprese il tranello e si rammaricò con grande infelicità. Spesso, dalle maliziose parole degli adulatori, viene recato enorme danno.

Versione tratta da: Fedro
Pag. 353 n. 6

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Codex 1