Cassius
Community

Vulgare amici nomen, sed rara est fides. Cives Romani omnia iura magistratum fidei …

La Lingua delle Radici 1

Pagina numero: 182

Esercizio numero: 15 a

1. Diffuso è il titolo di amico, ma rara ne è la lealtà.

2. I cittadini Romani affidano tutti i diritti alla lealtà dei magistrati.

3. Grande è la varietà delle cose umane.

4. Una bella faccia è una tacita raccomandazione.

5. Temistocle, poiché trascurava il patrimonio familiare, fu diseredato dal padre.

6. Ormai sulle vette dell’altissimo Ida sorgeva Lucifero (la stella del mattino) e portava il giorno.

7. Gli studi abbelliscono le circostanze favorevoli, e offrono un rifugio e un conforto nelle circostanze avverse.

8. La violenza delle circostanze avverse non sconvolge l’animo dell’uomo risoluto.

9. Molti cittadini si erano messi sotto la protezione del comandante vincitore affinché la guerra si risolvesse.

10. Con il consenso di tutti Curione decise di risolvere la faccenda con una battaglia.

11. Il comandante supremo P. Scipione svolgeva quasi tutte le operazioni difficili tramite Giugurta.

12. Andiamo a fondo dunque diligentemente nella questione!

13. Tu però deicidi ogni cosa insieme ad un amico!

14. I sacerdoti Druidi discutono degli astri, della grandezza dell’universo e della terra, della natura, della potenza e dell’autorità degli dèi immortali e tramandano ai giovani la conoscenza delle cose divine ed umane.

Pag. 182 n. 15 a

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di La Lingua delle Radici 1