Cassius
Community

LL - Seconda Edizione - pag. 256 n. 13 → Matrimoni e funerali presso i Galli

LL - Seconda Edizione

Pagina numero: 256

Versione numero: 13

Matrimoni e funerali presso i Galli

Gli uomini, dopo che è stata fatta una quantificazione, mettono in comune con le doti tanto denaro (proveniente) dai loro beni, quanto ne hanno ricevuto dalle mogli a titolo di dote. La gestione di tutto questo denaro viene tenuta in forma congiunta, e i profitti vengono messi da parte. La parte di entrambi, insieme con i profitti, va a quello che sopravvive al coniuge. I mariti hanno potere di vita e di morte sulle mogli, così come sui figli. Quando un importante capofamiglia è morto, i suoi parenti si riuniscono e, se riguardo alla morte la circostanza risulta sospetta, svolgono un’indagine sulle mogli, e, se risultano colpevoli, le uccidono, dopo averle torturate con il fuoco e con tutti i tormenti. I funerali sono fastosi e sontuosi, e (essi) mettono nel fuoco tutte le cose che erano gradite ai vivi, anche gli animali.

Versione tratta da: Cesare

Pag. 256 n. 13

→ Viri quantas pecunias ab uxoribus, dotis nomine, acceperunt, tantas …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
LL - Seconda Edizione