Cassius
Community

Versione | pag. 302 n. 3 → Il viandante e il platano

Codex 1

Pagina numero: 302

Versione numero: 3

Il viandante e il platano

Un viandante, in una giornata estiva, era avanzato attraverso una pianura; poiché era stanco a causa del lungo cammino e a causa dell’eccessivo calore del sole, si era diretto verso un alto platano, situato sulla sponda di un piccolo lago e si era sdraiato sotto l’ombra delle verdi fronde: in questa maniera aveva ristorato le membra stanche. Poi aveva rivolto gli occhi verso il platano, aveva ricercato i frutti di esso, ma aveva visto unicamente foglie, ed aveva detto: O albero sterile, sei privo di frutti, tu non offri alcun vantaggio agli uomini e agli animali. Il platano aveva risposto così: Sei irriconoscente e ripaghi il mio favore con parole ingiuste, poiché ora giaci sotto l’ombra delle mie fronde e il tuo corpo è di nuovo pieno di forze. Perciò, anche se non produco alcun frutto, offro tuttavia grande utilità agli esseri umani e nei giorni estivi i viandanti riposano volentieri sotto la mia ombra.

Pag. 302 n. 3

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Codex 1