Cassius
Community

Codex 1 - pag. 238 n. 12 → Due animali in uno

Codex 1

Pagina numero: 238

Versione numero: 12

Due animali in uno

Un pipistrello volava e, con particolare leggerezza, rasentava la terra; per via della vicinanza dell’animale al terreno, un gatto lo afferrò con facilità. Per lo sventurato si preparava ormai una morte spaventosa; intanto il pipistrello implorava il gatto: Abbi pietà! Sono piccolo e debole!. Ma il gatto disse: Sono nemico mortale di tutti gli uccelli: dunque ti divorerò. Rispose il pipistrello: Sbagli fortemente; perché io non sono un uccello, bensì un topo. Grazie a parole simili, il pipistrello fu salvo. Pochi giorni dopo si imbatté, di nuovo, in un altro gatto; il gatto disse: Combatto una guerra contro tutti i topi; e dunque ti ucciderò. Ma il pipistrello gridò: Io non sono un topo, bensì un uccello. Ed evitò per la seconda volta l’uccisione grazie alla furbizia.

Pag. 238 n. 12

→ Vespertilio volabat et singulari levitate terram radebat …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Codex 1