Cassius
Community

Versione | pag. 357 n. 168 → La spada di Damocle (II)

Monitor - Lezioni 1

Pagina numero: 357

Versione numero: 168

La spada di Damocle (II)

A quel punto schiavi scelti lo servivano diligentemente a tavola. Erano presenti unguenti e corone; venivano bruciati incensi profumati, la tavola veniva imbandita con vivande squisite. Damocle si considerava fortunato. Al centro di questo sfarzo, Dionigi fece calare dal soffitto una spada legata per mezzo di un crine di cavallo. Codesta spada incombeva sulla nuca di Damocle. E così Damocle né vedeva più quei camerieri, né tendeva la mano sulla tavola; e alla fine esclamò: O tiranno, tu non sei veramente felice, perché su di te incombe sempre qualche orrore.

Versione tratta da: Cicerone
Pag. 357 n. 168

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Monitor - Lezioni 1

Il nostro sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Questa operazione non può avvenire se non col tuo consenso, perciò è necessario che tu impieghi qualche attimo del tuo tempo per prendere visione della nostra Cookie Policy e dirci se ne accetti le condizioni. → Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi