Cassius
Community

LL - Seconda Edizione - pag. 313 n. 5 → Orazi e Curiazi

LL - Seconda Edizione

Pagina numero: 313

Versione numero: 5

Orazi e Curiazi

Tullo Ostilio fondò tutta la disciplina militare e la tecnica della guerra. Così, una volta che la gioventù era stata magnificamente addestrata, egli osò provocare gli Albani, una popolazione potente e per lungo tempo egemone. Ma i Romani e gli Albani, logorati a causa delle continue battaglie, stabilirono di fare una “riduzione” della guerra: i destini di ambedue i popoli vennero affidati agli Orazi e ai Curiazi, tre fratelli gemelli provenienti da questa parte e da quella. Il combattimento fu bello, dall’esito incerto (anceps = “dall’esito incerto”), e straordinario quanto alla conclusione. Dopo che da quella parte tre erano stati feriti, e da questa due erano stati uccisi, l’Orazio che sopravviveva, aggiunta l’astuzia al valore, simula la fuga e, muovendo l’attacco su uno alla volta, vince i Curiazi. E così, impresa altrimenti rara, la vittoria scaturì dalla mano di uno solo.

Versione tratta da: Floro

Pag. 313 n. 5

→ Tullus Hostilius omnem militarem disciplinam artemque belli condidit. Itaque …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
LL - Seconda Edizione