Cassius
Community

Esercizio | pag. 229 n. 6 →

Plane Discere 2

Pagina numero: 229

Esercizio numero: 6

1. In noi c’è un amore innato per la conoscenza e per il sapere così grande, che nessuno può dubitare che l’indole degli uomini venga attirata verso quelle cose, pur non essendo invogliata da nessun guadagno materiale.
2. Proprio i soldati della nona e della decima legione non esitarono ad attraversare il fiume, e sebbene fossero avanzati in un punto sfavorevole, una volta ristabilito lo scontro, misero in fuga i nemici che opponevano nuovamente resistenza.
3. Dubitiamo forse che, una volta che un orribile delitto è stato permesso, i Romani corrano già per ucciderci?
4. Non c’era dubbio che uno dei due consoli combattesse una guerra con gli Equi.
5. Orgetorige è morto, e non manca il sospetto che si sia dato la morte egli stesso.
6. Forse che Milone esitò ad uccidere Clodio a causa del luogo svantaggioso, del momento non opportuno, del rischio di una condanna a morte?
7. Chi non sa che le stirpi dei Greci siano tre?
8. Non si può dubitare che gran parte di un’arte si fondi sull’imitazione.
9. Non vi fu alcuna opposizione a che si facessero consoli M. Geganio Macerino e L. Sergio Fidenate.
10. Nessuno dubitava che gli ospiti violati, gli ambasciatori uccisi, gli alleati provocati con una guerra sacrilega, i santuari profanati provocassero questa desolazione tanto grande.
11. Catilina, vinto dall’amore per Aurelia Orestilla, dato che lei esitava a sposarsi con lui poiché temeva il figliastro di età adulta, una volta ucciso il figlio, rese la casa vuota per delle nozze scellerate.

Pag. 229 n. 6

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Plane Discere 2