Cassius
Community

Grammatica Picta 1 - pag. 140 n. 15 → Diogene e il topo

Grammatica Picta 1

Pagina numero: 140

Versione numero: 15

Diogene e il topo

Il filosofo Diogene viveva da solo, e trascorreva la vita ad Atene, nell’estrema povertà; nessun amico lo visitava o lo invitava a cena, poiché Diogene era polemico e rimproverava le cose che gli uomini dicevano e facevano. E così il filosofo conduceva tristemente una vita solitaria. Un giorno, mentre cenava triste, vedeva un animaletto: un topo scorrazzava di qua e di là, raccoglieva le molliche e si ritirava felice. Diogene osservava il topo per un po’; poi sorrideva ed esclamava: Questo sorcio, soddisfatto di poco, non desidera né le conversazioni, né le cene dei maggiorenti di Atene. Tu invece, o Diogene, ti rammarichi poiché ceni da solo in un povero tugurio? E così (Diogene → Soggetto sottinteso), con animo sereno, trascorreva una vita lieta, libero da crucci.

Pag. 140 n. 15

→ Solus Diogenes philosophus vivebat et Athenis in summa paupertate vitam agebat …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Grammatica Picta 1