Cassius
Community

Lectio Levis 1 - pag. 180 n. 32 → La cornacchia sciocca

Lectio Levis 1

Pagina numero: 180

Versione numero: 32

La cornacchia sciocca

Se a volte sei frivolo e vanitoso, ascolta, o ragazzo, la favola di Fedro sul pavone e la cornacchia. Ad un pavone cadono le penne, e una cornacchia, per sciocca brama di gloria e per volontà d’imitazione dell’altrui bellezza, le raccoglie e adorna il proprio corpo. Quindi, superba per il falso aspetto, non solo disprezza la specie delle cornacchie, ma si riunisce anche col grazioso branco dei pavoni. I pavoni però, quando riconoscono un uccello estraneo nel branco, strappano le penne alla cornacchia e la scacciano coi becchi. Allora la cornacchia, affranta per le ferite e per l’offesa, ritorna alla sua specie con il cuore afflitto. A quel punto, però, neppure gli uccelli consanguinei accolgono indietro nella comunità delle cornacchie la cornacchia sciocca e superba; la respingono, anzi, con un fondato rimprovero: “L’offesa dei pavoni e il nostro rifiuto sarà il giusto castigo per la tua superbia, dato che non eri soddisfatta della nostra comunità e della tua natura”.

Pag. 180 n. 32

→ Si vanus et gloriosus interdum es, audi, puer, fabulam Phaedri de pavone …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Lectio Levis 1