Cassius
Community

Versione | pag. 252 n. 7 → La condizione degli schiavi

Codex 1

Pagina numero: 252

Versione numero: 7

La condizione degli schiavi

Gli schiavi venivano costretti a lavorare non per sé, ma per il padrone. Essi non venivano protetti da alcuna legge dalla crudeltà del padrone; essi non commuovevano costui né per mezzo delle lacrime, né per mezzo delle suppliche; essi non si aspettavano alcuna ricompensa. Non venivano portati in tribunale, ma talora, a causa di una colpa da niente, venivano improvvisamente messi nelle carceri, oppure, per un furto, venivano addirittura uccisi. Gli schiavi non possedevano una casa propria. Essi dovevano dedicarsi con inaudito scrupolo a lavori necessari e duri: non solamente coltivavano i campi, ma erano anche medici, o scrivani o ancora maestri. Gli schiavi che vivevano in campagna, dato che spesso venivano violentemente percossi da guardiani spietati, di tanto in tanto si uccidevano.

Pag. 252 n. 7

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Codex 1