Cassius
Community

Esercizio | pag. 232 n. 19 →

Il Tantucci Plus 2

Pagina numero: 232

Esercizio numero: 19

1. Dopo sei giorni senza che interrompesse la marcia, Cesare venne informato dai ricognitori che le truppe di Ariovisto distavano dai nostri ventiquattro miglia.
2. Parleremo dapprima della stirpe di Epaminonda, poi delle discipline nelle quali venne istruito e da chi venne istruito, quindi dei costumi e dei talenti della sua personalità, e delle eventuali altre cose che saranno degne di memoria.
3. Un gladiatore ritiene un disonore essere abbinato ad un (gladiatore) meno forte e sa che viene vinto senza gloria colui che viene vinto senza pericolo.
4. Pompeo, istigato dagli avversari di Cesare, si era interamente ritratto dall’amicizia di lui, ed era tornato in buoni rapporti con gli avversari comuni.
5. Spalancata la porta all’improvviso, gli abitanti, fitti, si scagliarono fuori dalla città, tenendo gli scudi davanti a sé, affinché (contro di loro) non venissero scagliate frecce da lontano.
6. Agli Iliesi erano giunti i vasti rinforzi dei Balarori; il pretore Menio combatté ad insegne spiegate contro ambedue le popolazioni.
7. E in verità Dio stesso non può essere concepito in altro modo se l’intelligenza non è in un certo qual modo sgombra e libera, separata da ogni aggregazione mortale, capace di pensare e muovere ogni cosa, ed essa stessa provvista di un movimento costante.
8. Nei miti abbiamo conosciuto Euripila di tale ingordigia che, dopo aver visto un gioiello d’oro e pietre preziose, infiammata dalla bellezza di esso, ella mise in pericolo la salvezza del marito.

Pag. 232 n. 19

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Il Tantucci Plus 2