Cassius
Community

Esercizio | pag. 330 n. 2 →

ALIAS

Pagina numero: 330

Esercizio numero: 2

1. So di essere uno schiavo.
2. Credo che tu abbia ascoltato qualcosa.
3. Tramandano che Annibale si diede la morte per mezzo di un veleno.
4. Spero che ce ne andremo con la massima gloria, o di certo senza pena.
5. Cesare riteneva che (quegli) uomini dall’animo disonesto non si sarebbero trattenuti dal torto e dalla malvagità.
6. Sentimmo che degli ambasciatori Romani si erano recati presso il re dei Persiani e che erano stati accolti in maniera benevola.
7. Cesare aveva sentito che Pompeo marciava con le legioni attraverso la Mauritania e che sarebbe arrivato molto presto.
8. Inviarono a Cesare dei portavoce affinché dicessero che i Germani si erano alleati con i Belgi e che erano in armi.
9. Non siamo all’oscuro che molti parleranno contro di te.
10. Risulta Alessandro, il re dell’Epiro, fece approdare la flotta in Italia.
11. Io spero che mi troverò ad Atene nel mese di Settembre.
12. Gli Stoici ritengono che i saggi hanno come amici dei saggi.
13. Cesare viene a sapere sia che il monte è controllato dai suoi, sia che gli Elvezi hanno spostato l’accampamento.
14. Cesare comprese che la fuga dei nemici non poteva essere contenuta.
15. Ora è necessario che tu stia bene nello spirito, affinché tu possa star bene col corpo.
16. Dopo che fu stato annunciato che Giugurta veniva condotto a Roma incatenato, Mario venne fatto console da assente.
17. In primo luogo i Druidi vogliono convincere di questa cosa, che le anime non muoiono, ma che dopo la morte, da alcuni passano ad altri.
18. Q. Marcio rispose che il senato del popolo Romano era sempre stato di siffatta mitezza e clemenza.

Pag. 330 n. 2

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di ALIAS