Cassius
Community

Sapientia semper eo contenta est quod adest, neque eam umquam …

Latino ad hoc 2

Pagina numero: 190

Esercizio numero: 8

1. La saggezza è sempre appagata del fatto che c’è, e non si pente mai di se stessa.

2. In sventure così grandi cosa c’è da vergognarsi?

3. Io – volendo essere onesti – imposi l’impero alla parte più grande del mondo. Vi dispiace forse dell’Asia che, con la gloria delle imprese, vi rese uguali agli dei?

4. Non ti sfugge quanto sia difficile governare lo stato.

5. Al solo Annibale non sfuggiva di essere incalzato dai Romani.

6. Io non soltanto sono stufo della mia vita, ma me ne vergogno anche.

7. Temistocle non sfuggì all’invidia dei suoi concittadini.

8. Mi vergogno di confessare di non sapere.

9. Oh madre mia, ho compassione di te, e mi vergogno di me.

10. Non mi è sfuggita una cosa tanto atroce e tanto incredibile.

11. Non mi vergognerò di dire questo.

12. A nessuno di voi sfugge, oh giudici, che l’intera utilità della provincia di Sicilia consiste soprattutto nell’approvvigionamento di frumento, infatti per tutte le altre cose, riceviamo aiuto da quella provincia, in questa cosa invece siamo alimentati e sostentati.

Pag. 190 n. 8

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Latino ad hoc 2