Cassius
Community

Saepe qui consulatum petebant civium suffragia rogabant imposssibilia pollicentes. Vidi Fulviam flentem …

Il Nuovo Expedite 2

Pagina numero: 125

Esercizio numero: 13 a

1. Spesso coloro che ambivano al consolato chiedevano i voti dei cittadini promettendo cose impossibili.

2. Vidi Fulvia piangere e rammaricarsi della severità dei genitori.

3. I Romani, impadronitisi dell’accampamento e delle salmerie dei nemici, saccheggiarono tutti i campi.

4. Dovunque si volgevano gli occhi si vedevano campi saccheggiati e città distrutte.

5. I barbari, messa a ferro e fuoco l’Italia, saccheggiarono la stessa Roma.

6. L’imperatore, conseguita la vittoria, rientrò a Roma per celebrare il trionfo.

7. I cittadini resero grazie agli dei per la vittoria conseguita contro i nemici.

8. Pisisastro, impadronitosi del potere con l’inganno, tuttavia governò Atene con la massima onestà.

9. Quando sarai sul punto di parlare, pensa attentamente a ciò che hai intenzione di dire.

10. I Greci, con l’inganno, avvalsisi di un cavallo di legno, si impadronirono di Troia.

11. I barbari erano ormai sul punto di conseguire la vittoria, quando furono accerchiati dai soldati Romani.

12. Raccontano che Cesare, quando fu sul punto di passare il fiume Rubicone per raggiungere in armi Roma, disse queste parole: “Il dato è tratto”.

13. Dopo aver portato a termine tutti i doveri sto per uscire di casa per giocare con gli amici.

14. Noi spesso ci comportiamo in base alle mode, ritenendo che le cose migliori siano quelle che sono state recepite con grande favore.

Pag. 125 n. 13 a

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Il Nuovo Expedite 2