Cassius
Community

Saepe hostiae in dearum aris erant. Romani multas deas venerabant. Matronae Romanae …

ALIAS

Pagina numero: 48

Esercizio numero: 1

1. Spesso sugli altari delle dee c’erano delle vittime.
2. I Romani veneravano molte dèe.
3. Le matrone Romane decoravano per mezzo di corone di rose gli altari delle dèe.
4. I marinai ritornano per mare nell’isola: le donne attendono sulla spiaggia con i figli e con le figlie.
5. Atene, Sparta e Tebe erano note non soltanto agli abitanti della Grecia, ma anche agli stranieri.
6. Le dèe antiche erano molte: Giunone era la regina delle dèe.
7. Le truppe dei barbari saccheggiano l’Italia, e distruggono i beni degli abitanti.
8. La Sorte è cieca, non conosce la giustizia e la misericordia, si mostra ora buona e prospera, ora malvagia ed avversa.
9. Tullia, la figlia fanciulla di Cornelia, possiede un usignolo; l’usignolo canta dolcemente nella gabbia, e dà gioia alla piccola padrona.
10. Gli abitanti di Sparta, armati di elmi, corazze e lance, combattevano valorosamente e salvavano la patria.
11. Gli abitanti di Roma venerano la dea Fortuna: la dea, nella mano destra, tiene una cornucopia e sparge denaro, ricchezza, gloria e potenza.

Pag. 48 n. 1

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di ALIAS