Cassius
Community

Lingua e Cultura Latina 2 - pag. 286 n. 3 a →

Lingua e Cultura Latina 2

Pagina numero: 286

Esercizio numero: 3 a

1. I Romani, dopo essersi impadroniti dell’accampamento e delle salmerie dei nemici, e dopo aver depredato tutti i campi, ritornarono nell’accampamento.
2. Dopo le scorrerie dei barbari si vedevano dappertutto campi depredati, città distrutte, templi violati.
3. Catilina, accompagnato da un vasto manipolo di congiurati, fuggì da Roma.
4. Alcuni soldati, temendo il giudizio del console, fuggirono.
5. Mario, una volta conseguito il consolato, mosse guerra a Silla.
6. Gli Ateniesi resero grazie agli dèi per via della vittoria ottenuta contro i Persiani.
7. Pompeo, non avendo più fiducia nella vittoria e nella propria salvezza, fuggì a cavallo dal campo di battaglia.
8. Credendo che la Gallia sia stata domata, Cesare ritorna a Roma.
9. L’imperatore Tito ritornò a Roma dalla Giudea accompagnato dalle proprie legioni e da un vasto numero di prigionieri.
10. I nostri cavalieri, inseguendo i nemici mentre fuggivano nelle foreste, catturarono alcuni ed uccisero altri.
11. I tribuni militari schierano l’esercito senza aver preso gli auspici e senza aver preso gli augùri.
12. Dato che era stato ordinato che nessuno combattesse senz’ordine, i soldati restarono nell’accampamento.

Pag. 286 n. 3 a

→ Romani, hostium castris et impedimentis potiti, omnesque agros depopulati, in castra reverterunt …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Lingua e Cultura Latina 2