Cassius
Community

Versione | pag. 268 n. 65 → I plebei si ritirano sull’Aventino

Mirum Iter 1

Pagina numero: 268

Versione numero: 65

I plebei si ritirano sull’Aventino

A Roma, i patrizi possedevano grande ricchezza, la vita dei plebei, invece, era dura: infatti, i plebei sopportavano dure fatiche e pagavano molte tasse. Perciò i plebei avevano abbandonato la città e si erano ritirati sul Monte Sacro, dove avevano realizzato un piccolo accampamento. Infatti pensavano così: Se non avremo seminato i campi dei patrizi, i campi non forniranno i raccolti, e i patrizi non avranno il pane; noi, al contrario, dopo che avremo seminato qui il grano, avremo il pane. I patrizi ascolteranno senza dubbio le preghiere della povera plebe. A quel punto dai patrizi vennero inviati alla plebe degli ambasciatori, e riferirono ai plebei le parole dei senatori: Se sarete ritornati in città, i patrizi saranno giusti, cancelleranno i vostri debiti, divideranno i ricavi in parti eque. Allora i plebei rinunciarono al loro piano, e ritornarono in città; i patrizi mantennero le promesse, e i cittadini Romani recuperarono la concordia.

Pag. 268 n. 65

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Mirum Iter 1

Il nostro sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Questa operazione non può avvenire se non col tuo consenso, perciò è necessario che tu impieghi qualche attimo del tuo tempo per prendere visione della nostra Cookie Policy e dirci se ne accetti le condizioni. → Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi