Cassius
Community

Quotiescumque ego, iudices, Archiam carmina recitantem audivi, magna admiratione affectus sum …

Monitor - Lezioni 1

Pagina numero: 381

Versione numero: 180

Il poeta Archia

O giudici, tutte le volte che io ho ascoltato Archia mentre recitava delle poesie, sono stato pervaso da grande ammirazione, e allietato da un piacere dolce, ed ho sempre considerato degno di grandi elogi il nome del poeta. Dunque non dovrei amare, non dovrei difendere con ogni argomento questo Archia? O giudici, possa dunque essere sacro presso di voi, uomini illustri, questo nome di poeta, che mai nessuna barbarie ha violato! I macigni e i deserti rispondono alla voce di lui, spesso le bestie feroci vengono domate dal canto e si arrestano; e noi non dovremmo essere commossi dalla voce dei poeti?

Versione tratta da: Cicerone

Pag. 381 n. 180

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Monitor - Lezioni 1