Cassius
Community

Versione | pag. 243 n. 9 → Teseo, Arianna e il Minotauro

Codex 1

Pagina numero: 243

Versione numero: 9

Teseo, Arianna e il Minotauro

Tutti gli anni, per via di una dura sconfitta in guerra, gli Ateniesi dovevano lasciare sulla spiaggia di Creta sette fanciulli e sette fanciulle. Lì, il Minotauro, che aveva il corpo umano, ma il capo di un toro, viveva nel Labirinto; gli Ateniesi sventurati venivano uccisi e divorati dalla spaventosa creatura prodigiosa. Allora Teseo, il figlio del re degli Ateniesi, disse: Insieme a pochi amici vigorosi, mi recherò a Creta e lì ucciderò l’animale feroce. In questa maniera la nostra città sarà libera. La sorte aiutò il giovane temerario. Infatti Arianna, la figlia di Minosse, si innamorò di un giovane così bello e forte, e consegnò a Teseo un filo lungo e lucido. Il giovane fece scorrere il filo attraverso il Labirinto e, con un difficile combattimento, uccise il Minotauro. Quindi, seguì il filo di Arianna ed uscì dal Labirinto; così lasciò Creta insieme ad Arianna e andò di nuovo ad Atene. Ad Arianna venne promesso da Teseo il matrimonio, ma più tardi la ragazza venne lasciata dall’eroe sull’isola di Nasso.

Pag. 243 n. 9

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Codex 1