Cassius
Community

Quid mirum est si senes aliquando infirmi sunt, cum morbum ne adulescentes quidem effugere possunt? Resistendum, amici mei, senectuti est …

LL - 50 Lezioni di Latino

Pagina numero: 323

Versione numero: 8

Non bisogna arrendersi alla vecchiaia

Che c’è da stupirsi se a volte gli anziani sono ammalati, quando nemmeno i giovani possono evitare la malattia? Si deve, amici miei, opporre resistenza alla vecchiaia, e i suoi svantaggi vanno compensati con l’assennatezza. Dobbiamo lottare contro la vecchiaia così come contro una malattia. Bisogna aver riguardo della salute, assumere qual tanto di cibo e di bevanda, che le energie siano rinvigorite, non fiaccate. E in verità, si deve provvedere non soltanto al corpo, ma molto di più alla mente e allo spirito: difatti, come se tu non versassi l’olio nella lampada, anche queste cose si spengono a causa della vecchiaia. Mentre infatti i corpi si debilitano per la fatica degli esercizi, gli animi, al contrario, esercitandosi si risollevano.

Versione tratta da: Cicerone

Pag. 323 n. 8

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di LL - 50 Lezioni di Latino