Cassius
Community

Quem quisque in Caesaris castris notum aut municipem habebat, conquirit atque …

Il Tantucci Plus 2

Pagina numero: 75

Esercizio numero: 39

1. Chiunque aveva un conoscente o un concittadino nell’accampamento di Cesare, lo cerca e lo fa venire.

2. Mai nessuno è stato tanto sfacciato da osare desiderare dagli dèi immortali cose tanto numerose e tanto grandi, quanto numerose e grandi gli dèi immortali ne concessero a Gn. Pompeo.

3. La giustizia non nuoce mai a nessuno.

4. Infatti non è tanto un male che i capi commettano errori, quanto ciò: che esistono moltissimi imitatori dei capi.

5. Nei restanti giorni, Cesare stabilì di tagliare i boschi e, affinché non potesse essere compiuto alcun attacco contro i soldati disarmati, faceva disporre tutto quel legname su entrambi i lati a mo’ di trincea.

6. Druso era entrato in profondità nella Germania, e aveva piantato le insegne Romane lì dove a stento era noto che esistessero i Romani.

7. Quanto più l’ulivo ha un frutto rapido, tanto più il succo è abbondante e meno gradevole.

8. Catilina fece andare C. Manlio in Etruria, un certo Settimio nel territorio Piceno, e C. Giulio in Puglia, e in più, (fece andare) uno in un posto uno in un altro, chi credeva che gli sarebbe stato vantaggioso in ciascun luogo.