Cassius
Community

Quanto nostrae civitatis senatus venerabilior in deos fuit! Stoici cautiores quam fortiores …

La Lingua delle Radici 1

Pagina numero: 267

Esercizio numero: 15 a

1. Il senato del nostro popolo fu decisamente riverente nei confronti degli dei!

2. Gli stoici sono più assennati che coraggiosi.

3. Caio, così simile al fratello Tiberio Gracco, per ingegno ed eloquenza fu molto superiore.

4. L’Acqua del mar Caspio è più dolce di quella degli altri mari.

5. Un volto troppo sicuro, una voce troppo limpida, un discorso troppo disinvolto, un abbigliamento troppo raffinato, e il consenso del popolo aggravano la collera.

6. Le collere dei fanciulli e delle donne sono più vivaci che serie e piuttosto leggere mentre cominciano.

7. La battaglia fu parecchio più pesante e sanguinosa delle altre.

8. Le arringhe del console Varrone furono molte e accanite; ci fu una sola orazione del suo collega Paolo, più sincera che gradita al popolo.

9. L’acqua è sempre dolce nella terra argillosa e sempre piuttosto fredda nel tufo.

10. Dei due consoli che a Canne si opposero ad Annibale, Emilio Paolo era più assennato e anteponeva le decisioni più assennate a quelle veloci.

11. L’esercito degli avversari poteva (poterat, non poterant) arrivare all’Ebro con un percorso molto più breve.

12. Dopo che il dittatore con un assalto ebbe preso l’accampamento, concesse il bottino ai soldati, quanto meno sperato, tanto più gradito ai soldati.

13. Quanto più l’assedio era di giorno in giorno più duro ed aspro, tanto più frequenti lettere e messaggi venivano inviati a Cesare.

14. Per i Romani il danno fu molto significativo in rapporto al numero dei soldati uccisi.

Pag. 267 n. 15 a

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di La Lingua delle Radici 1