Cassius
Community

Repetita 1 - pag. 156 n. 35 → Un tempo Roma era terra di giustizia e buongoverno

Repetita 1

Pagina numero: 156

Versione numero: 35

Un tempo Roma era terra di giustizia e buongoverno

Per tutto il tempo in cui il potere del popolo romano si era retto sulle concessioni e non sulle ingiustizie, le guerre venivano condotte o in difesa degli alleati o dello Stato, l’esito delle guerre era favorevole oppure inevitabile, il senato era porto e rifugio di re, nazioni, popoli, mentre i nostri magistrati e comandanti si dedicavano ad acquisire la gloria più grande da questa cosa sola: se avessero difeso le province e gli alleati con equità e con lealtà. Quello, pertanto, si chiamava più a ragione “patrocinio” che non “dominio” del mondo. Poco a poco, già da tempo, attenuavamo questa consuetudine e questa norma, e anzi, dopo la vittoria di Silla, la perdemmo completamente.

Versione tratta da: Cicerone

Pag. 156 n. 35

→ Quam diu imperium populi Romani beneficiis …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Repetita 1