Cassius
Community

Versione | pag. 379 n. 214 → La morte di Fetonte

ALIAS

Pagina numero: 379

Versione numero: 214

La morte di Fetonte

Di certo l’Eridano è di gran lunga il più esteso e il più ampio tra i fiumi Italici. Dopo che è disceso giù dalle Alpi, bianchissimo a causa delle nevi, si riversa, attraverso una pianura molto feconda, nel mare Adriatico. Il percorso dell’Eridano è molto lungo, molto più lungo di quello del Tevere e dell’Arno. Moltissime e vastissime città si trovano sulle sponde dell’Eridano, dove (ossia: “nei punti in cui”) il fiume scorre con corso più quieto e più placido. A proposito delle sue sponde, è narrata una famosissima storia dagli scrittori antichi. Dopo che Fetonte, il figlio di Apollo, si fu accostato troppo alla Terra con il carro del padre, Apollo, affinché Fetonte non bruciasse le coltivazioni rigogliose col calore intensissimo e violentissimo, abbatté il carro. Quando il carro cadde nella bellissima pianura vicino alla foce dell’Eridano, le acque, molto fredde, uccisero il ragazzo. Allora le sorelle dello sventuratissimo Fetonte, dopo aver visto morto il fratello, piansero con volto tristissimo e con lacrime molto amare, e per questa ragione gli dèi le trasformarono in candidi pioppi.

Pag. 379 n. 214

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di ALIAS