Cassius
Community

Versione | pag. 261 n. 38 → Sconsiderato attacco di Gaio Sempronio

Il Tantucci Plus 2

Pagina numero: 261

Versione numero: 38

Sconsiderato attacco di Gaio Sempronio

Nella prima battaglia, che fu intrapresa da Sempronio in maniera incauta e sconsiderata, si venne allo scontro senza che l’esercito fosse stato rafforzato per mezzo di truppe di riserva, e senza che la cavalleria fosse stata opportunamente collocata. Il grido di guerra fu il primo indizio di quale piega avrebbe preso la faccenda: (un grido) piuttosto animato e ripetuto quello sollevato dai nemici, e (invece) discordante, diseguale, meno spesso ripetuto quello sollevato dai Romani. Il nemico, slanciatosi piuttosto violentemente, premeva con gli scudi, faceva lampeggiare le spade. Dall’altra parte ondeggiano gli elmi ai soldati che si guardano attorno, ed essi trepidano indecisi e si stringono alla schiera. Le insegne ora vengono abbandonate, restando ferme, dai soldati della prima fila, ora vengono riportate all’interno dei loro manipoli. Non era ancora una fuga certa, non era ancora una vittoria; l’esercito Romano si riparava, più che combattere; l’esercito Volsco dava l’assalto, incalzava la schiera (Romana), vedeva più la carneficina che la fuga dei nemici. Ormai si arretrava da tutte le postazioni, mentre il console Sempronio richiamava ed esortava inutilmente.

Versione tratta da: Livio
Pag. 261 n. 38

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Il Tantucci Plus 2

Il nostro sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Questa operazione non può avvenire se non col tuo consenso, perciò è necessario che tu impieghi qualche attimo del tuo tempo per prendere visione della nostra Cookie Policy e dirci se ne accetti le condizioni. → Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi