Cassius
Community

Post pugnam magnus terror Tarquinio atque Etruscis adfuit. Itaque nocte ambo …

Monitor - Lezioni 1

Pagina numero: 320

Versione numero: 148

Vittoria del console Valerio

Dopo la battaglia, un grande terrore sopraggiunse a Tarquinio e agli Etruschi. E così, nella notte, entrambi gli eserciti, il Veiense e il Tarquiniense, si riavvicinarono alle proprie terre d’origine. In questa battaglia intervennero anche dei prodigi: nel silenzio della notte, una potente voce nel bosco aveva detto queste cose: I Romani in guerra sono più forti. Dopo che era arrivata la luce, i nemici non erano in vista. E così, il console P. Valerio, radunò le spoglie e abbandonò il luogo; in seguito, con grande fasto, fece il funerale del console Bruto; mancò, invece, l’appoggio del popolo, poiché i pensieri del popolo sono mutevoli. Queste cose furono le cause del sospetto: infatti, egli non aveva messo un collega al posto di Bruto, e costruiva una casa sul monte Velia, il che suggeriva la brama di potere in lui.

Versione tratta da: Livio

Pag. 320 n. 148

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Monitor - Lezioni 1