Cassius
Community

Versione | pag. 100 n. 2 → Disperazione e morte di Orfeo

Verba Manent 1

Pagina numero: 100

Versione numero: 2

Disperazione e morte di Orfeo

Dopo la morte dell’amata promessa sposa, l’infelice Orfeo non può più mutare una seconda volta il destino della promessa sposa: vaga solo e disperato attraverso luoghi impervi, e canta ininterrottamente. Poi il poeta si rifugia in luoghi lontani e freddi e, alla fine, giunge in Tracia: qui, sotto gelide caverne, piange, suona la lira e compie molti prodigi: ammansisce bestie feroci e commuove anche gli alti pini del bosco. Ma la tristezza di Orfeo non si placa. Un giorno le donne della Tracia celebrano i selvaggi riti di Bacco: Bacco è il dio del vino e della vendemmia, e viene chiamato anche Libero; infatti il vino libera gli animi dalle preoccupazioni. Orfeo non venera (colit) Bacco, e viene ucciso dalle donne della Tracia. Le membra dell’illustre poeta vengono dilaniate e sparse per i campi: la testa viene portata via dalle onde del mare e giunge al fiume Ebro: qui, la testa di Orfeo ripete ininterrottamente il nome dell’amata Euridice.

Pag. 100 n. 2

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Verba Manent 1