Cassius
Community

Lectio Levis 1 - pag. 176 n. 18 → Clelia

Lectio Levis 1

Pagina numero: 176

Versione numero: 18

Clelia

Porsenna, re degli Etruschi, riceve tra gli ostaggi Clelia, ragazza patrizia. L’impavida ragazza, poiché rimpiangeva la libertà e la casa paterna, di notte monta a cavallo e dall’accampamento del re fugge alla vicina sponda del Tevere. Oltrepassa il fiume senza alcun timore e, arriva indenne al suolo della patria; se ne sta al sicuro tra i soldati romani, ma i consoli per rispetto dell’accordo mantengono i patti con Porsenna: quando, infatti, l’ostaggio è reclamato dal re tramite ambasciatori, riconsegnano subito la ragazza. Tuttavia Porsenna è conquistato a tal punto dall’ammirazione per la virtù di Clelia, da rimandare di propria volontà la fanciulla a Roma con gli altri ostaggi. I Romani, felici, collocavano una statua nel Foro a omaggio e memoria della virtù di Clelia. Tributavano anche grandi lodi alla correttezza dei consoli e alla clemenza del re Porsenna.

Pag. 176 n. 18

→ Porsenna, Etruscorum rex, Cloeliam, patriciam virginem, inter obsides accipit …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Lectio Levis 1