Cassius
Community

Pompeius, cum iam intra vallum nostri versarentur, equum nactus, detractis …

Il Tantucci Plus 2

Pagina numero: 32

Esercizio numero: 35

1. Pompeo, quando ormai i nostri si trovavano all’interno della palizzata, trovato un cavallo, e svestite le insegne di generale, si precipitò via dall’accampamento attraverso la Porta Decumana, e tutto di filato si diresse a briglia sciolta a Larisa.

2. Per i delatori la ricompensa fu la libertà e diecimila monete di bronzo a testa contate dalle casse dello Stato.

3. La provincia di Gallia, esposta alla guerra Punica da quella medesima parte, ebbe due legioni Romane, e diecimila fanti degli alleati, mille cavalieri alleati, e seicento Romani.

4. Prima che le nuove legioni muovessero le insegne da Roma (ossia: “partissero all’attacco da Roma”), i decemviri si recarono presso i libri Sibillini e li esaminarono.

5. Cesare, dopo che ebbe ordinato le cose necessarie, scappò via e giunse presso la decima legione.

6. E così, i primi di ciascuna decuria vennero chiamati decurioni, ed essi, da allora, sono ancora oggi tre per turma.

7. Affinché il fuoco dei nemici non riuscisse a nuocere, gettarono sopra le pareti delle coperte.

8. Romolo, che era stato ridestato, infatti una guerra tanto vicina non poteva ammettere un ritardo, fa uscire l’esercito, e colloca l’accampamento a un miglio da Fidene.