Cassius
Community

Philosophi, in senatum introducti, interprete usi sunt C. Acilio …

Il Tantucci Plus 2

Pagina numero: 8

Esercizio numero: 13

1. I filosofi, dopo essere stati fatti entrare nel senato, si servirono del senatore C. Acilio come intermediario.

2. Impieghiamo la mente per il comando, ed il corpo per servire.

3. Ero molto amico di Cesare.

4. I Germani, che si compiacciono moltissimo delle bestie da soma, non utilizzano bestie da soma provenienti dall’estero.

5. Epaminonda era umile, avveduto, serio e sfruttava saggiamente

i tempi.

6. Durante quel medesimo anno Cesare chiese al senato le insegne consolari per Asconio Labeone, del quale si era avvalso come precettore.

7. Godé di un padre diligente, indulgente e, come erano i tempi all’epoca, ricco e in primo luogo appassionato di letteratura.

8. Ma i barbari, una volta che il piano dei Romani fu stato scoperto, dopo aver mandato avanti la cavalleria e gli essedari (= i soldati sui carri), tipologia della quale per lo più sono abituati a servirsi nelle battaglie, dopo essere andati dietro con le rimanenti truppe, impedivano che i nostri sbarcassero dalle navi.