Cassius
Community

Phaeton, Apollinis filius, in patris regiam intravit et suavibus verbis …

ALIAS

Pagina numero: 175

Versione numero: 89

La fine di Fetonte

Fetonte, il figlio di Apollo, entrò nel palazzo del padre, e, con parole dolci, commosse l’animo del padre: O padre, io desidero guidare il carro del Sole; se tu sei veramente mio padre, concedi il carro. Apollo rispose così: O mio Fetonte, le difficoltà del tragitto sono grandi, i rischi enormi; tu sei pauroso e ignaro del percorso. Ma le parole del padre non distolsero il fanciullo dal proposito; Fetonte, infatti, salì di nascosto sul carro, tirò le briglie, e scudisciò con forza i cavalli. Allora i cavalli deviarono dal percorso, e si avvicinarono eccessivamente alla Terra. Giove accorse preoccupato, e, per mezzo di un fulmine, uccise il fanciullo. Ma Fetonte, dal cielo, cadde nella pianura presso la foce dell’Eridano.

Pag. 175 n. 89

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di ALIAS