Cassius
Community

ALIAS - pag. 203 n. 108 → Pericle

ALIAS

Pagina numero: 203

Versione numero: 108

Pericle

Pericle, il figlio di Santippo, un uomo dall’eccellente ingegno e provvisto di tutte le buone capacità, guidò per molti anni lo Stato degli Ateniesi, e superò tutti i comandanti, non solo in fatto di lealtà e di virtù, ma per giunta in tutti gli ambiti, sia pubblici, sia privati. Infatti, con costanti elargizioni, egli si era accattivato il favore dei cittadini, e in guerra si era dimostrato esperto della pratica militare. E così i cittadini riposero in Pericle ogni speranza, poiché egli, sia in tempo di pace, sia in tempo di guerra, amministrava le cose con successo (bene: “correttamente, felicemente, con successo”). Peraltro, egli (Pericle) abbellì Atene con sontuosi monumenti, fece costruire templi di marmo, dislocò coloni ad Anfipoli e a Turi, accrebbe la fama della città presso tutti i popoli. Morì a causa di un’epidemia nel secondo anno della guerra del Peloponneso; la morte di Pericle fu l’inizio delle avversità e la causa della crisi dello Stato Ateniese.

Pag. 203 n. 108

→ Pericles, Xanthippi filius, vir egregio ingenio bonisque omnibus disciplinis …

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
ALIAS