Cassius
Community

Il Nuovo Latino a Colori 1 - pag. 242 n. 14 → Pausania

Il Nuovo Latino a Colori 1

Pagina numero: 242

Versione numero: 14

Pausania

Pausania, importante uomo spartano, macchiò con una morte vergognosa la grande gloria: brillò infatti per le virtù, ma fu sopraffatto dai vizi. È degna di memoria la battaglia presso Platea, dove Pausania fu comandante degli Spartani: il satrapo regio Mardonio, insieme a numerosi fanti e cavalieri, fu respinto dall’esercito della Grecia, sparuto ed inferiore. Pausania però, superbo per la vittoria, mescolò il male con il bene, e ordì nei confronti di Sparta ignobili macchinazioni per il potere. Fu perciò accusato di delitto capitale e, quando fu prosciolto, fu tuttavia multato in denaro, e non fu restituito alla flotta. Pertanto Pausania inviò lettere ai Persiani, per fare un accordo con loro contro Sparta. Ma, dopo che gli Spartani vennero a conoscenza del suo piano, decretarono di mettere Pausania in carcere. Egli si rifugiò nel tempio di Minerva, e vi perì di fame e di sete, perché il tempio fu sbarrato.

Versione tratta da: Cornelio Nepote

Pag. 242 n. 14

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Il Nuovo Latino a Colori 1