Cassius
Community

Tu Quoque - pag. 354 n. 11 → Chi si loda … s’imbroda!

Tu Quoque

Pagina numero: 354

Versione numero: 11

Chi si loda … s’imbroda!

Tutti quelli che lodano sé stessi, ascoltino questa breve storia, affinché non li biasimi qualcuno! Un certo poeta era così incapace, che nessuno desiderava ascoltare i suoi versi. Una volta egli declamò ad Esopo una certa sua bruttissima poesia, nella quale egli tributava a sé grandissimi elogi. Poi interrogò Esopo: Non è forse raffinatissima la mia poesia? A quel punto Esopo gli diede una risposta tanto spiritosa, che è piacevole ricordarla: Questo solamente approvo nella tua poesia, il fatto che ti sei lodato tu stesso: infatti, con questi versi, certamente non otterrai alcuna lode da altri!

Pag. 354 n. 11

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Tu Quoque