Cassius
Community

Olim superbus equus in rivi vado aquam bibebat. Aper autem aquam …

La Lingua delle Radici 1

Pagina numero: 65

Versione numero: 4

Il cavallo e l'uomo

Un giorno un cavallo superbo beveva acqua in un guado di un fiume. Un cinghiale invece intorbidiva l’acqua. Il cavallo rimproverava invano con grandi lamentele il cinghiale; allora (il cavallo) chiede aiuto all’uomo contro l’animale selvatico. L’uomo acconsente volentieri e con sollecitudine, monta sul cavallo, si avvicina al torrente e con le frecce uccide il cinghiale. Alla fine dice con gioia: “Ora ho sia una grande preda, sia un vantaggioso servitore. Il cavallo sarà adeguato e opportuno per il padrone: infatti trasporterà bagagli, bisacce, e armi”. E così presto al cavallo vengono messe le briglie. Allora il cavallo nell’animo pensa così: “Sono rovinato dalla mia stupidità: chiedo vendetta e trovo un padrone!”.

Pag. 65 n. 4

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di La Lingua delle Radici 1