Cassius
Community

Versione | pag. 480 n. 3 (1) → Filemone e Bauci (1)

Verba Manent 1

Pagina numero: 480

Versione numero: 3 (1)

Filemone e Bauci (1)

Un giorno, Giove e Mercurio, prima che il diluvio ricoprisse ogni cosa, scesero nel mondo per salvare qualcuno tra i mortali. In quell’occasione, dopo che si furono trasformati nella sembianze di viandanti, percorsero moltissimi luoghi, entrarono in grandi città, si accostarono alle case dei ricchi, chiesero cibo e riposo. Ma le case dei ricchi non accolsero gli dèi. Verso sera, però, nella Frigia, essi bussarono alla porta di una piccola capanna. Lì abitava Bauci, una vecchia devota, insieme a Filemone, un vecchio devoto. Benché poveri, essi (→ Filemone e Bauci, soggetto sottinteso) sopportavano tuttavia serenamente la povertà, erano cittadini onesti e veneravano gli dèi; spesso, infatti, Filemone diceva alla moglie: Preghiamo e lavoriamo al fine di rendere lieti gli dèi! Ogni giorno sacrificavano delle piccole vittime e chiedevano agli dèi di proteggere la capanna, l’uomo e la donna. Quando sentì il rumore, Filemone aprì la porta e accolse cortesemente nella piccola capanna i forestieri.

Pag. 480 n. 3 (1)

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Verba Manent 1