Cassius
Community

Esercizio | pag. 253 n. 20 →

Il Tantucci Plus 2

Pagina numero: 253

Esercizio numero: 20

1. Il re Numa istituì i giorni fasti e nefasti, poiché, alle volte, sarebbe stato utile che nessuna questione fosse discussa con il popolo.
2. Dunque c’è qualcosa che non potrebbe non giovare, anche se è consentita.
3. Poiché una folla tanto grande scagliava pietre e dardi, nessuno aveva la possibilità di fermarsi sul muro.
4. I Galli considerano sacrilego mangiare la lepre, la gallina e l’oca.
5. Perciò, se agli Africani, ai Sardi, agli Ispanici è consentito ottenere la cittadinanza grazie al valore, allora questa medesima cosa non sarà consentita ai Gaditani, legati (a noi) dai servigi, dalla vecchia data, dalla lealtà, dai pericoli, da un trattato?
6. Tutti quelli che, in ogni luogo, furono pirati, furono in parte catturati e uccisi, in parte si arresero al potere e all’autorità del solo Pompeo.
7. Lollio, bloccato dalla vecchiaia e dalla malattia, non riuscì a venire a testimoniare.
8. A questo punto si poté capire che grande protezione avessero gli uomini nella fermezza d’animo.
9. A Tenaro c’è un santuario di Nettuno che i Greci ritengono sacrilego violare (lett.: “che venga violato”).
10. Se avrete sentenziato che è possibile che un uomo venga ucciso senza (aver compiuto) un atto criminale, avrete concesso la medesima facoltà a tutti i facinorosi.

Pag. 253 n. 20

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Il Tantucci Plus 2