Cassius
Community

Mirum Iter 1 - pag. 158 n. 37 → I re di Roma dopo Romolo

Mirum Iter 1

Pagina numero: 158

Versione numero: 37

I re di Roma dopo Romolo

Numa Pompilio non combatteva alcuna guerra, ma istituiva celebrazioni sacre e templi. Tullo Ostilio, invece, riprendeva le guerre, sconfiggeva gli Albani e ampliava Roma. Dopo Tullo Ostilio, Anco Marzio prendeva il potere e combatteva contro i Latini, un popolo bellicoso. Annetteva a Roma l’Aventino e il Gianicolo. Poi riceveva il regno Tarquinio Prisco. Costruiva il Circo a Roma, istituiva i giochi pubblici Romani. Sconfiggeva anche i Sabini e univa al territorio di Roma molti terreni, realizzava mura e fognature, avviava il Campidoglio. Dopo Tarquinio Prisco prendeva il potere Servio Tullio, ma veniva ucciso dal suo genero, Tarquinio il Superbo. Lucio Tarquinio il Superbo, settimo ed ultimo re, assoggettava i Volsci, una popolazione confinante, stipulava l’alleanza con gli Etruschi, conquistava Gabi e Suessa Pomezia, e sul Campidoglio costruiva un tempio a Giove. Più tardi attaccava Ardea, però, a causa della presunzione e dell’arroganza, i Romani toglievano a Tarquinio il potere.

Versione tratta da: Eutropio

Pag. 158 n. 37

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di latino tradotte dal libro:
Mirum Iter 1