Cassius
Community

Nicotris, sapiens et clara Babyloniorum regina, antequam e vita excederet, filiis ministrisque convocatis, ut haec …

Il Nuovo Expedite 1

Pagina numero: 360

Versione numero: 99

Uno scherzo … da regina per punire l’avidità.

Nicotride, saggia e illustre regina dei Babilonesi, prima di morire (lett. prima che si allontanasse dalla vita), convocati i figli e i domestici, ordinò che queste parole fossero incise sul suo sepolcro: “ In questo luogo si nasconde uno straordinario tesoro: se il re dei Babilonesi si troverà in grave mancanza di denaro, apra il sepolcro e prenda il tesoro; se al contrario, avrà profanato il sepolcro spinto da nessun bisogno, che egli sconti le pene della sua avidità”. Dopo la morte della regina, per molti anni il sepolcro di Nicotride non fu violato, ma quando Dario, figlio di Istaspe, successe al padre sul trono, il re, spinto dal desiderio di ricchezza, aprì il sepolcro per cercare e prendere il tesoro. Ma in quel luogo Dario trovò soltanto il cadavere della regina e, vicino al cadavere, un testamento, nel quale, per ordine della regina, c’era scritto: “Chiunque tu sia, se fossi stato in grado di tenere a freno la tua avidità, non avresti profanato le tombe dei morti!”. Infatti, la moderazione, in tutti gli uomini, ma soprattutto nei re, è un grande tesoro.

Versione tratta da: Valerio Massimo

Pag. 360 n. 99

→ Tutti gli esercizi di frasi e le versioni di Il Nuovo Expedite 1